• Ven. Lug 19th, 2024

SANITA’ ITALIA. LISTE ATTESA, ECCO LE 2 PRINCIPALI NOVITA’ DEL DECRETO LEGGE

“Le due principali novitĂ  sono la possibilitĂ  per i cittadini di usufruire delle prestazioni di cui necessitano nel privato convenzionato o presso la libera professione, se nel Servizio sanitario nazionale non possono averle nei tempi previsti e in ambito del Ssn, e l’abolizione del tetto di spesa per il personale sanitario, che esiste da 20 anni e che nessuno ha mai cancellato, a partire da gennaio 2025 ma con la possibilitĂ  per le Regioni di innalzarlo dal 10% attuale al 15% giĂ  nel 2024”.

Così il ministro della Salute, Orazio Schillaci, illustrando in conferenza stampa le misure del governo contro le liste d’attesa, al termine del Consiglio dei ministri. L’evento si è svolto a a Palazzo Chigi. “Dal primo gennaio 2025 sarĂ  abolito il tetto di spesa per il personale sanitario”. 

“Il prossimo passo sono i due collegati alla Finanziaria. Il primo, al quale teniamo moltissimo, riguarda la riforma della medicina territoriale ed ospedaliera; il secondo riguarda il riordino delle professioni sanitarie, perchĂ© in Italia ne abbiamo oltre 30, il mondo è cambiato, la sanitĂ  è cambiata e gli operatori sanitari del Terzo millennio hanno bisogno di avere mansioni diverse rispetto a quelle che avevano venti anni fa”. 

 Se il cittadino non riceverĂ  la prestazione sanitaria entro 72 ore, qualora fosse urgente, potrĂ  rivolgersi “all’intramoenia o al privato accreditato. Tutto però a carico del Servizio sanitario nazionale”. Ha risposto così il ministro della Salute, Orazio Schillaci, interpellato dai giornalisti sul tema al termine della conferenza stampa sulle misure del governo contro le liste d’attesa, al termine del Consiglio dei ministri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *