• Mer. Apr 24th, 2024

Il 13 e il 14 marzo 2024 a Ginevra rappresentanti di oltre 30 Stati membri della Commissione economica per l’Europa (ECE) hanno discusso dei progressi fatti e delle sfide connesse all’attuazione dell’Agenda 2030. Quest’anno il forum regionale sulla sostenibilità si è riunito per individuare modi sostenibili e innovativi per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile in un momento storico caratterizzato da crisi e conflitti. La Svizzera punta l’attenzione, tra le altre cose, su sistemi alimentari sostenibili.

Nell’incontro di quest’anno il dibattito si è concentrato in particolare sull’attuazione di alcuni Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) dell’Agenda 2030: lotta alla povertà (OSS 1) e alla fame (OSS 2), misure per contrastare il cambiamento climatico (OSS 13) e per promuovere la pace, la giustizia e istituzioni forti (OSS 16), partenariati (OSS 17). L’ampia gamma di argomenti trattati ha richiesto una stretta collaborazione tra il DFAE, il DATEC, il DEFR, il DFI. Nella delegazione erano presenti anche importanti stakeholder come Pro Natura e gli Swiss UN Youth Reps. Markus Reubi, delegato del Consiglio federale per l’Agenda 2030 e capo della delegazione svizzera al forum, ha sottolineato l’importanza di presentarsi con un gruppo di delegati ampio e diversificato, che «mostra quanto sia grande l’interesse nei confronti di un’accelerazione che ci consenta di raggiungere gli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite».

Nonostante le sfide poste dall’attuale contesto geopolitico, anche quest’anno la Svizzera persegue alcune chiare priorità basate sulla sua Strategia per uno sviluppo sostenibile (SSS 2030). All’ordine del giorno mette dunque l’evoluzione verso sistemi alimentari sostenibili, l’attuazione dell’Accordo di Parigi per la lotta al cambiamento climatico, ma anche l’accesso a dati migliori e la necessaria capacità di anticipare i futuri sviluppi tecnologici. In questo modo intende dare un contributo significativo alla lotta contro povertà e fame e di conseguenza a uno sviluppo sostenibile.

I risultati del forum sulla sostenibilità dell’ECE confluiranno nel forum politico di alto livello che si terrà in luglio e nel Summit del futuro, che avrà luogo a New York in settembre. L’obiettivo di questo summit è far sì che la comunità internazionale dia seguito con convinzione agli impegni presi nel 2015 collaborando ancora più strettamente con la società civile, le imprese e il mondo scientifico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *