• Mer. Apr 17th, 2024

TUMORI NEI GIOVANI, PINTO: INCIDONO GLI STILI DI VITA

“Al di là dei tumori eredo-familiari, che sono una piccola parte, il 3-4% dei tumori, che chiaramente possono interessare le persone più giovani, oggi questo sta avvenendo per alcune patologie: pensiamo al tumore della mammella, al tumore del retto, al tumore del polmone, ad alcune forme di carcinoma dello stomaco e dello stesso colon.

Questo è legato sostanzialmente a due tipi di motivazione: innanzitutto gli stili di vita, che vanno dall’alimentazione al fumo di sigaretta fino al movimento delle persone e anche all’esposizione di tipo occupazionale e a tutto quello che si sta modificando nell’ambiente intorno a noi, considerando che in queste fasce noi non abbiamo programmi di screening”.

Lo ha spiegato all’agenzia Dire il direttore di Struttura Complessa Oncologia Medica Provinciale Ausl – Irccs Reggio Emilia, Carmine Pinto, a margine della presentazione della prima Consensus Innovation in Breast Cancer, in merito ai numerosi casi di cancro riscontrati nelle fasce giovani della popolazione. L’evento è ospitato oggi nella Sala della Regina della Camera dei deputati. Secondo l’esperto “dovremmo ragionare sull’anticipazione per i tumori della mammella ma a mio avviso dovremmo fare lo stesso ragionamento anche per i tumori del colon e del retto”.

“L’altro elemento- ha concluso Pinto- è che molte volte sono tumori un po’ diversi, che hanno caratteristiche molecolari che non si sovrappongono esattamente con quelle delle fasce più avanzate. E su questo, probabilmente, l’influenza tra quelli che sono i fattori ambientali legati allo stile di vita rispetto anche alla predisposizione ad ammalarsi, che non è ereditarietà ma ovviamente ha una maggiore suscettibilità”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *