• Ven. Lug 19th, 2024

PERTOSSE IN AUMENTO IN VENETO, ATTIVATA SORVEGLIANZA

Giu 7, 2024

“Da inizio anno in Veneto si è registrato un aumento dei casi di pertosse rispetto agli anni precedenti. Tale aumento è stato riscontrato in tutta Italia e anche negli altri paesi europei. Per questo, la nostra Direzione Prevenzione sta monitorando con particolare attenzione l’evolversi della situazione”.

Lo fa sapere l’Assessore alla Sanità Manuela Lanzarin, in relazione a una crescita della diffusione della pertosse rispetto agli anni scorsi. I casi notificati in Veneto dall’ 1 gennaio al 31 maggio 2024 sono stati in totale 643, specificano i tecnici diretti dalla dottoressa Francesca Russo. La maggior parte dei casi si concentra nella fascia di età fino ai 14 anni (553). I casi gravi, che hanno richiesto il ricovero in ospedale sono in totale 26, di cui 20 in bambini con meno di 9 mesi di vita non ancora completamente vaccinati e 4 in bambini più grandi ma non in regola con il calendario vaccinale raccomandato. Dai dati analizzati emerge che i neonati che hanno avuto una forma grave sono nati da madri che non erano state vaccinate durante la gravidanza.

Si sono verificati anche 16 casi nelle persone con più di 65 anni. La pertosse è una malattia infettiva che alterna periodi in cui è meno diffusa a periodi in cui si verificano picchi di casi. I sintomi possono essere lievi o assenti ma si possono sviluppare anche quadri clinici gravi, soprattutto nei bambini più piccoli (nei primi 6-12 mesi di vita), o in soggetti con specifiche condizioni di rischio e fragilità (immunocompromessi, soggetti con patologie croniche dell’apparato respiratorio e anziani).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *