• Gio. Mag 30th, 2024

I costi del sistema sanitario raggiungono i 91,5 miliardi di franchi nel 2022 in Svizzera

Nel 2022 i costi del sistema sanitario sono aumentati del 2,5% rispetto all’anno precedente, il che rappresenta una progressione inferiore alla tendenza degli ultimi cinque anni (+3,2%). Sono questi i risultati più recenti delle statistiche sui costi e sul finanziamento del sistema sanitario elaborati dall’Ufficio federale di statistica (UST).

Nel 2022, i costi del sistema sanitario hanno raggiunto i 91,5 miliardi di franchi, con un incremento di 2,2 miliardi rispetto all’anno precedente. Il rapporto tra i costi della salute e il prodotto interno lordo (PIL) a prezzi correnti è diminuito, passando dal 12,0% nel 2021 all’11,7% nel 2022.

Costi secondo il fornitore

I tre fornitori di prestazioni più importanti sono rispettivamente gli ospedali (32,6 miliardi di franchi per spese relative a prestazioni sanitarie, 2,6% in più rispetto all’anno precedente), gli istituti medico-sociali (14,5 miliardi, +3%) e gli studi medici (13,7 miliardi, +3,2%). Tra i fornitori di prestazioni che hanno fatto registrare variazioni significative si segnalano lo Stato (-11,3%) a causa di minori spese in prevenzione, gli altri fornitori di prestazioni ambulatoriali e a domicilio (+6,3%) e il commercio al dettaglio (+6,1%). 

Costi secondo la prestazione

Analizzando i costi sanitari dal punto di vista delle prestazioni fornite, le statistiche mostrano che i trattamenti curativi stazionari (19,6 miliardi di franchi, +2,2% rispetto all’anno precedente), i trattamenti curativi ambulatoriali (19,2 miliardi, +2,5%) e quelli di lunga durata e aiuto (18,4 miliardi, +3,4%) rappresentano insieme circa il 63% dei costi totali. I costi relativi ai beni per la salute (medicamenti, materiali di consumo, apparecchi terapeutici) raggiungono i 14,6 miliardi, registrando un incremento rispetto all’anno precedente del 5,2%. Da segnalare anche l’aumento dei costi legati all’amministrazione (4,8%), mentre quelli relativi alla prevenzione sono diminuiti del 9%. Quest’ultimo risultato si deve soprattutto alla riduzione delle spese relative all’acquisto di materiale sanitario e vaccini da parte dei Cantoni durante il 2022.

Costi secondo il regime di finanziamento 

L’assicurazione malattia obbligatoria (34,5 miliardi di franchi, +3,8% rispetto all’anno precedente), lo Stato (20,3 miliardi, valore sostanzialmente invariato rispetto all’anno precedente) e le economie domestiche (19,7 miliardi, +3,9%) sono i tre maggiori attori (circa l’80% del totale) attraverso cui si coprono i costi relativi alle prestazioni sanitarie.

La partecipazione di ciascun regime di finanziamento a una prestazione data varia in base al tipo della stessa. Soffermandoci su alcune prestazioni e sui principali regimi di finanziamento a esse associati, si evince che i costi dei beni sanitari sono coperti principalmente dall’assicurazione malattia obbligatoria (57%) e dalle economie domestiche (27,5%). Un po’ più dei tre quarti (78%) dei costi relativi ai trattamenti curativi stazionari sono finanziati attraverso lo Stato (47%) e l’assicurazione malattia obbligatoria (31%), mentre per i trattamenti curativi ambulatoriali l’86% dei costi trova copertura presso dell’assicurazione malattia obbligatoria (52%) e le economie domestiche (34%). I costi legati ai trattamenti di lunga durata e aiuto sono invece coperti con una quota simile (circa il 30% ciascuno) dallo Stato e dalle economie domestiche, dall’assicurazione malattia obbligatoria per un 17% mentre le altre assicurazioni sociali (AVS, AI, AINF, AM) garantiscono la copertura di circa il 20% dei costi.

Costi per classi d’età e sesso

Nel 2022, il 52% dei costi del sistema sanitario è destinata alle persone di età pari o superiore a 61 anni. Eccetto per alcune classi d’età (da 0 a 10 anni e da 56 a 75 anni), i costi del sistema sanitario per le donne (55% dei costi totali) sono sistematicamente superiori rispetto a quelli per gli uomini. Questa evidenza è dovuta soprattutto alle prestazioni ricevute in età fertile o durante il periodo della menopausa, e per la dominanza numerica femminile, soprattutto per le classi d’età più avanzate. Questo risultato mostra quindi una certa stabilità nel corso del tempo.

Finanziamento del sistema sanitario 

Nel 2022 il finanziamento del sistema sanitario ha raggiunto i 92,9 miliardi di franchi. Il 32% di questo montante proviene dallo Stato, il 5% dalle imprese, mentre il 60% dalle economie domestiche. La parte residuale si riferisce invece alla fonte di finanziamento sconosciuta. La percentuale relativa alle economie domestiche equivale a 526 franchi mensili per abitante. Andando più nel dettaglio, 264 e 68 franchi si riferiscono rispettivamente ai premi per l’assicurazione malattia obbligatoria e per le assicurazioni complementari, 50 franchi sono invece relativi alla partecipazione ai costi coperti dalle assicurazioni, mentre 138 franchi sono imputabili alla parte dei costi pagata direttamente dalle economie domestiche. Il montante residuale si riferisce a donazioni effettuate dalle economie domestiche. In generale la differenza tra il totale delle fonti dei regimi di finanziamento e i costi del sistema sanitario può attribuirsi a eventuali surplus di finanziamento riconducibili alle assicurazioni (assicurazione malattia obbligatoria e assicurazioni complementari). Per il 2022, solo le assicurazioni complementari hanno fatto registrare un surplus di finanziamento. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *