• Mer. Apr 24th, 2024

Un ambulatorio di Agopuntura all’ ospedale Mauriziano di Torino

Un ambulatorio di Agopuntura per l’ospedale Mauriziano di Torino è attivo al pomeriggio negli ambulatori al piano terra dell’ospedale ed è indicato per risolvere il dolore ed alcune alterazioni funzionali dell’organismo.

«A differenza della terapia con i farmaci che prevede l’assunzione di sostanze chimiche estranee al nostro corpo e non prive di effetti collaterali, l’agopuntura stimola le risorse naturali del nostro organismo» spiega la dottoressa Silvia Minicucci, referente dell’ambulatorio e specialista del servizio di Anestesia e Rianimazione (diretto dal dottor Fabrizio Racca).

«Grazie alla sua azione antinfiammatoria e decontratturante – prosegue la dottoressa Minicucci – l’agopuntura è indicata nei dolori osteoarticolari, nelle cefalee, nella nausea in gravidanza. Può inoltre ridurre i sintomi legati alla menopausa, al colon irritabile ed alla stipsi. Può agire sull’ansia, la depressione e l’insonnia».

Si tratta di una metodica terapeutica nata in Cina oltre 3000 anni fa, che prevede l’infissione di aghi metallici sottilissimi in determinati punti cutanei. «Non è dolorosa e non ha effetti collaterali. La sua efficacia è comprovata da migliaia di ricerche scientifiche presenti nelle maggiori banche dati biomediche» aggiunge la referente dell’ambulatorio, che si avvale del contributo della dottoressa Elena Conti (anestesista) e della dottoressa Giulia Moggio (ginecologa, che utilizza l’agopuntura nelle patologie che riguardano la donna).

Il trattamento destinato ai pazienti dell’ambulatorio di Agopuntura dell’ospedale Mauriziano conta di cinque sedute. Per accedervi è necessaria l’impegnativa del medico curante per una “prima visita anestesiologica per agopuntura”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *