• Sab. Giu 22nd, 2024

TELEFONO AZZURRO, MANIFESTO CON 10 PROPOSTE PER MINORI

Giu 9, 2024

Sono già 33 i candidati e le candidate alle elezioni europee 2024 che hanno aderito al Manifesto dell’Infanzia e dell’adolescenza, presentato a Roma da Fondazione S.O.S. Telefono Azzurro ETS.

Telefono Azzurro, che ha inoltre illustrato 10 proposte e strategie concrete da condividere con le istituzioni, a breve e lungo termine, volte alla tutela e alla valorizzazione dei diritti dei bambini e degli adolescenti di oggi e del domani, sia nel mondo reale che nel mondo del digitale. Telefono Azzurro sostiene in Italia il Manifesto dalla coalizione #VoteforChildren composta da 23 organizzazioni per i diritti dell’infanzia (https://www.childrightsmanifesto.eu/) per chiedere a tutti i candidati e le candidate alle elezioni europee di impegnarsi per garantire e far progredire i diritti dei bambini in Europa.

BAMBINI E ADOLESCENTI IN EUROPA 

1 bambino su 4 nell’Unione Europea è a rischio povertà o esclusione sociale e 1 su 5 in Europa è soggetto a violenza e abusi sessuali, sia offline che online e le ragazze sono particolarmente vulnerabili. Bambini e adolescenti in Europa si trovano sempre più spesso oggi ad affrontare problemi di salute mentale: nel 2021 erano 9 milioni i bambini e gli adolescenti interessati. Un altro dato allarmante riguardante i bambini in Europa è il fenomeno delle scomparse: ogni anno l’Ue è alle prese con 250.000 segnalazioni di bambini scomparsi, numero che corrisponde alla scomparsa di un bambino ogni due minuti. 

I minori in Europa provenienti da un contesto migratorio (6,6 milioni nel 2022) rappresentano a loro volta una categoria particolarmente a rischio in termini di povertà, discriminazione, esclusione e abusi. “Mi pare evidente come a livello europeo si faccia ancora troppo poco per tutelare bambini e adolescenti. Sono tra le categorie più vulnerabili, che corrono i rischi maggiori e tuttavia non si hanno ancora strategie di intervento dedicate e concrete per garantire loro maggiori tutele sia offline che online. Ciò che avviene a livello europeo ha una caduta anche a livello nazionale e sono convinto che il rapporto tra il Parlamento italiano e quello europeo debba essere sempre più efficace. Su alcune tematiche sovranazionali è importante trovare forti sintesi bipartisan, sono temi trasversali e universali per cui è necessario trovare accordi che permettano di raggiungere gli obiettivi protezione dei minori.

Stiamo lavorando per riflettere insieme su questo e anche i due DDL per la tutela dei minori nella dimensione digitale, prima alla Camera e poi al Senato vogliono essere stimoli per iniziare un dibattito e un confronto che deve collegarsi all’azione a livello europeo. Noi saremo più presenti per portare l’Italia in Europa e l’Europa in Italia, con il principio di essere parte di un disegno di contenuto che ci interessa per essere trasformato in azioni concrete a sostegno dei minori”, dichiara il Professore Ernesto Caffo, Presidente di Fondazione S.O.S. Telefono Azzurro ETS.

LE 10 PROPOSTE DI TELEFONO AZZURRO ALL’EUROPA

Supportare il potenziamento e la pubblicizzazione delle linee d’ascolto per bambini e adolescenti – Collaborare con la comunità scientifica e accademica sul tema della salute mentale – Sensibilizzate sulla problematica e sulle conseguenze degli abusi e della violenza a danno dei bambini e di adolescenti Promuovere la partecipazione e il coinvolgimento attivo di bambini e adolescenti nei processi decisionali – Rafforzale le azioni e aggiornare le strategie di contrasto alla creazione, diffusione e divulgazione del Child Sexual Abuse Material (CSAM). – Istituire una COP (Conference of the parties) per lo sviluppo di un ecosistema digitale a misura di bambini e adolescenti – Promuovere una progettazione by design di sistemi di parental control che consentano di attuare la co-responsabilità genitoriale nella fruizione dei contenuti digitali e utilizzare le potenzialità dell’IA e della data intelligence per implementare i sistemi di age verification efficaci – Impedire lo sviluppo di sistemi di AI che non siano basati su fonti di dati dichiarate, trasparenti e verificabili, per limitare la diffusione di fake news e deep fake – Eliminare le barriere economiche, sociali e culturali che ostacolano un accesso equo e inclusivo alle risorse positive dell’ecosistema digitale – Strutturare, favorire e sostenere i programmi educativi e formativi di lungo termine basati su una “pedagogia digitale integrale” rivolti a minori e per esteso ai genitori e ai diversi soggetti e agenzie educative Il Manifesto di Telefono Azzurro ha l’obiettivo di proporre un’agenda concreta affinché i diritti dei bambini e degli adolescenti siano pienamente rispettati e ascoltati in ogni condizione in cui essi si trovano. Si propone come un luogo di confronto per la politica, i corpi sociali intermedi, i soggetti economici, le Istituzioni europee e internazionali e il vasto mondo delle realtà sociali e non profit che operano nell’ambito della tutela dell’infanzia e costituiscono un patrimonio di idee, di proposte, di competenze che le Istituzioni Europee devono saper vedere come risorsa per indirizzare percorsi legislativi e normativi concreti e aderenti ai reali bisogni di bambini e adolescenti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *