• Lun. Lug 15th, 2024

IL WEB GUIDA LA SCELTA DELLE STRUTTURE SANITARIE E LE INFO DI SALUTE

Mag 28, 2024

Negli ultimi anni, la crisi sanitaria connessa alla diffusione della pandemia Covid-19 ha indubbiamente influenzato i bisogni e l’approccio degli italiani rispetto ai temi salute e benessere. Al tempo stesso l’evoluzione delle esigenze e dello scenario hanno condizionato anche l’operato delle strutture sanitarie.

In occasione dell’evento About Health (organizzato con la collaborazione dello Studio Legale Delli Ponti e della web agency Noetica) – Nomisma ha presentato i risultati di due indagini originali.

La prima, dedicata alle imprese operanti in ambito health, socio-assistenziale, salute e benessere, ha restituito una fotografia del settore rispetto a esigenze di promozione delle imprese, ricorso a strategie di comunicazione e strumenti di digital marketing per farsi conoscere dai potenziali pazienti. La seconda indagine ha, invece, coinvolto la popolazione italiana con l’obiettivo di approfondire l’interesse verso i temi della salute e del benessere e le modalità con cui gli italiani ricercano informazioni e scelgono prestazioni, professionisti e strutture sanitarie alle quali rivolgersi.

A questo riguardo, oggi appare sempre più rilevante il ruolo della rete: quando cercano informazioni sulla salute il 42% degli italiani si rivolgono a siti web specializzati e il 38% a Google. A sottolineare l’importanza della rete, si pensi che il medico di base viene coinvolto dal 56% degli italiani che vogliono saperne di più su aspetti sanitari.

Google è un touch point utilizzato principalmente nella ricerca di risposte rapide e chiare riguardo disturbi o sintomi (52% degli italiani), di strutture, prestazioni o servizi di interesse (44%) nonché di informazioni e chiarimenti in tema di prevenzione (32%). Tra i contenuti più apprezzati tra gli utenti online figurano le interviste agli specialisti (58%) e gli articoli di approfondimento pubblicati su blog e siti specializzati (53%).

Per individuare la struttura sanitaria a cui rivolgersi gli italiani si affidano ancora a Google (47%) anche se il passaparola rimane il principale canale di informazione (55%). Le esperienze altrui giocano un ruolo significativo nelle scelte degli italiani riguardo alle strutture sanitarie a cui rivolgersi, e ciò si nota anche dal numero di italiani che considerano fondamentali le recensioni lasciate da altri clienti (69%). Tra i driver che influenzano la scelta degli italiani, il più apprezzato è certamente la presenza di agevolazioni economiche (88%)comeconvenzioni con aziende, enti o associazioni, seguito dalla possibilità di consultare i referti online (76%) e di prenotare visite online sul sito della struttura (73%). Fondamentale anche la presenza di un servizio di assistenza clienti rapido e soddisfacente (73%).

Una volta individuata la struttura, quasi 4 italiani su 10 preferiscono contattarla direttamente tramite prenotazioni online. Tuttavia, il canale telefonico rimane ancora il preferito per la maggior parte degli italiani, con ben il 67% degli intervistati che lo utilizza per comunicare con le strutture sanitarie. Dopo la prestazione medica, 3 italiani su 5 preferiscono rimanere in contatto con la struttura, apprezzando i tradizionali canali come e-mail e newsletter (78% di chi vuole rimanere in contatto). Nonostante le strutture non lo chiedano apertamente, a seguito della prestazione, 1 italiano su 5 lascia recensioni in ambito sanitario nel caso sia di esperienze positive sia negative (60%).

Tra i temi approfonditi con la survey sulla popolazione, rientra anche la sensibilità al tema della sicurezza dei dati sanitari. L’83% degli italiani ritiene importante il rispetto della privacy e della sicurezza dei propri dati sanitari, e ben l’81% considera fondamentale ricevere informazioni chiare sulle modalità di trattamento degli stessi. Trattamenti non corretti e violazioni influiscono sul rapporto di fiducia tra pazienti e strutture sanitarie, con quasi 3 italiani su 10 che non tornerebbero in strutture che hanno subìto una violazione di dati.

Nel corso dell’evento e alla luce dei dati presentati,lo Studio Delli Ponti ha approfondito il tema della promozione delle strutture sanitarie, focalizzando l’attenzione sui limiti imposti alla pubblicità in ambito sanitario e sulla gestione della privacy di utenti e pazienti nel rispetto delle più recenti normative sulla pubblicità sanitaria e del GDPR. Noetica ha invece presentato un focus sulle strategie e sugli strumenti di digital marketing più efficaci per una realtà operante in ambito salute, presentando numerose case history derivanti dalla sua decennale esperienza nel settore.

Giulia Bondolfi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *