• Lun. Apr 22nd, 2024

Assicurazione malattie, obiettivi del Consiglio federale per qualita’ prestazioni e sicurezza pazienti in Svizzera

Per continuare a sviluppare la qualità nell’assicurazione malattie, nella sua seduta del 27 marzo 2024 il Consiglio federale ha fissato gli obiettivi quadriennali 2025–2028 in materia, che mirano a rafforzare la qualità delle prestazioni mediche e a promuovere la sicurezza dei pazienti. In questo contesto, al Parlamento viene chiesto un nuovo credito d’impegno di 47 milioni di franchi per il periodo 2025–2028.

Il Consiglio federale ha il compito di sviluppare ulteriormente la qualità delle prestazioni a carico dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie. A tal fine, in collaborazione con gli attori del settore sanitario, nel 2022 ha adottato la nuova strategia della qualità, in cui viene stabilito che trattamenti e cure devono essere sicuri, efficaci e integrati e che il paziente deve essere considerato su un piano di parità. Sulla base della strategia, ogni quattro anni fissa i suoi obiettivi in materia di sviluppo della qualità. La Commissione federale per la qualità (CFQ) attua tali obiettivi conferendo l’incarico a terzi e fornendo un contributo finanziario ai progetti di sviluppo della qualità.
Anche le convenzioni sulla qualità stipulate dalle federazioni dei fornitori di prestazioni e degli assicurati devono orientarsi agli obiettivi quadriennali del Consiglio federale.

Obiettivi quadriennali 2025–2028

Gli obiettivi quadriennali 2025–2028 intendono sviluppare ulteriormente gli obiettivi 2022–2024. Come in precedenza, mirano a sancire lo sviluppo della qualità il più rapidamente possibile su tutti i livelli del settore sanitario. Inoltre, per esempio, instaurano una cultura dell’errore positiva e promuovono la creazione di un sistema di monitoraggio nazionale della qualità.

Credito d’impegno per gli anni 2025–2028


I costi della CFQ sono assunti in parti uguali da Confederazione, Cantoni e assicuratori. Ciò consente alla CFQ di sostenere progetti di sviluppo della qualità con aiuti finanziari nazionali e regionali. La Commissione può anche concedere remunerazioni a terzi per l’elaborazione di indicatori della qualità e la conduzione di studi e programmi nazionali di sviluppo della qualità. Per il periodo 2025–2028 viene richiesto un nuovo credito d’impegno di 47 milioni di franchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *