IT   EN

Ultimi tweet

Video Biosimilari: rischi e potenzialita'- prof. C. Pinto, presidente eletto AIOM

 

Intervista al prof. Carmine Pinto, presidente eletto AIOM.

Il 98% degli oncologi italiani utilizza i farmaci biotecnologici, efficaci contro la gran parte dei tumori. E l'88% è convinto che la decisione sulla sostituibilità con i biosimilari, prodotti simili ma non uguali ai più complessi originali biotech, debba essere di esclusiva competenza dell'oncologo.

Per il 70% dei clinici l'estensione d'uso del biosimilare per indicazioni diverse da quelle contenute nel dossier registrativo potrebbe essere inadeguata, soprattutto per molecole quali gli anticorpi monoclonali, e ogni nuova indicazione terapeutica dovrebbe essere sottoposta a iter registrativo specifico. Molto sentito il tema dei tagli alla spesa sanitaria, che per il 91% (83% nel marzo 2013) pesano sulla capacità di curare al meglio i pazienti, con un incremento dell'8% in pochi mesi. I dati emergono dal sondaggio nazionale condotto dall'Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) a novembre e dicembre 2013 fra i propri soci, a cui hanno risposto 858 camici bianchi.

www.salutedomani.com/il_weblog_di_antonio/2014/01/tumore-indagine-aiom-servono-r­isorse-ma-restano-dubbi-sui-nuovi-biosim­ilari.html

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.