IT   EN

Ultimi tweet

Tumore: ok da Lombardia per Accordo di Legislatura tra partiti e associazioni pazienti

Approvata all’unanimità dal Consiglio regionale della Lombardia una risoluzione, già approvata in Commissione Sanità, che recepisce integralmente l’Accordo di Legislatura sulla presa in carico e la cura dei pazienti oncologici e onco-ematologici sottoscritto dai partiti politici nell’ambito del progetto “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”, supportato da 24 Associazioni pazienti con il coordinamento di Salute Donna Onlus.

L’approvazione da parte dell’aula del Consiglio regionale segue quanto già fatto dalla classe politica a livello nazionale: tra marzo e luglio l’Accordo di legislatura è stato infatti recepito all’unanimità sia dalla Camera dei Deputati che dal Senato della Repubblica.

«La Lombardia si conferma reattiva e attenta alle istanze e ai bisogni dei pazienti oncologici e oncoematogici – dichiara Annamaria Mancuso, Presidente di Salute Donna Onlus – è stata la prima a costituire l’Intergruppo consiliare regionale nell’ambito del progetto “La salute: un bene da difendere, un diritto da promuovere”, e non è un caso che oggi sia la prima Regione ad accogliere e fare suo l’Accordo di legislatura che, a livello nazionale, è stato recepito unanimemente dal Parlamento: un traguardo storico che ha aperto un importante percorso di collaborazione e confronto e che speriamo porti presto dei risultati concreti».

Sono diverse le azioni e le iniziative per la cura e l’assistenza del paziente oncologico incluse nell’Accordo di Legislatura e ritenute strategiche per migliorare il sistema di presa in carico dei pazienti: dai modelli organizzativi quali le reti oncologiche, le Breast unit, i Protocolli Diagnostico Terapeutico Assistenziali (PDTA), il Piano Oncologico Nazionale, i centri di accoglienza e servizi; alle risorse quali il fondo per i farmaci oncologici innovativi, le disparità regionali, la diffusione dei test molecolari; dal riconoscimento della multidisciplinarietà dell’oncologia e del ruolo della psiconcologia, fino alla corretta informazione al paziente e alla lotta contro le fake news.

«Questa risoluzione vuole essere il riconoscimento formale dell’azione di dialogo delle associazioni pazienti con le istituzioni – dichiara il Consigliere Alessandro Corbetta, coordinatore dell’Intergruppo consiliare “Insieme per un impegno contro il cancro” – L’approvazione in aula fa seguito a quella della commissione sanità e mette in rilievo la necessità di una migliore presa in carico e cura dei pazienti. Inizia da adesso l’azione dell’intergruppo nei confronti della Giunta Regionale».

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.