IT   EN

Ultimi tweet

Medici oculisti, Alessandra Balestrazzi eletta nuovo presidente AIMO

Alessandra Balestrazzi è stata eletta nuovo presidente dell’Associazione Italiana dei Medici Oculisti, ricoprirà la carica per il prossimo triennio 2023-2025. Le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo e del Comitato dei Probiviri si sono svolte l'altro giorno a Roma in occasione del 13esimo Congresso Nazionale di AIMO, in programma fino a domani nella Capitale, presso il Centro Congressi Europa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. 
 
Balestrazzi, barese di origine ma romana d’adozione, è dirigente medico oculista presso gli Ospedali S. Eugenio e Pertini della ASL Roma 2, per oltre 20 anni ha lavorato presso l’Ospedale Oftalmico di Roma occupandosi in particolare delle patologie della cornea. “È un grande onore per me guidare questa Associazione- ha commentato- prenderò il posto di Luca Menabuoni, che continuerà a collaborare con AIMO insieme al nuovo Direttivo per il rapporto con le Istituzioni. Le cose da fare sono molte, ma l’entusiasmo è tanto e speriamo di fare il meglio nell’interesse dei medici oculisti e dei nostri pazienti”.
 
L’Associazione:

L’AIMO, nata a Roma nel 2010, è un’associazione che riunisce circa 1.500 iscritti tra oculisti e medici specializzandi in oculistica che esercitano la professione in Italia a qualunque categoria appartengano: universitari, ospedalieri, convenzionati, specialisti ambulatoriali e libero professionisti. Tutte le categorie sono rappresentate nel Consiglio Direttivo. L’A.I.M.O. è iscritta nel Registro delle persone giuridiche ai sensi del D.P.R. 10 febbraio 2000, n. 361.

L'Associazione non ha scopo di lucro e si prefigge soprattutto di tutelare la figura morale e professionale del medico oculista in un'ottica di trasparenza, coinvolgimento dei soci e contenimento dei costi. In particolare, l'AIMO si prefigge di promuovere l'aggiornamento scientifico-professionale, di favorire il collegamento di tutti i medici oculisti ovunque esercitino la professione, di promuovere e affiancare ogni iniziativa per il miglioramento delle condizioni di carriera, giuridiche e culturali dei medici oculisti.

?

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.