IT   EN

Ultimi tweet

Iniziativa svizzera: La prostituzione non è immorale

La Commissione degli affari giuridici del Consiglio degli Stati chiede unanimemente alla sua Camera di togliere dal ruolo l’iniziativa cantonale 12.317 «La prostituzione non è immorale» del Cantone di Berna. L’iniziativa invita la Confederazione a emanare una disposizione legislativa che dichiari giuridicamente valido il contratto volto alla fornitura di prestazioni sessuali dietro remunerazione.

Il 22 gennaio 2013, la Commissione ha dato seguito all’iniziativa cantonale. Nel frattempo, attraverso la sentenza del Tribunale distrettuale di Horgen del 9 luglio 2013, vi è stata un’esplicita attuazione della richiesta dell’iniziativa cantonale a livello di giurisprudenza: il Tribunale ha infatti deciso che non si può più far valere l’immoralità della proposta di una prostituta nei confronti del suo cliente. Anche il Tribunale federale si è spinto nella stessa direzione nel 2013.

La Commissione è pertanto dell’opinione che si possa prescindere da un disciplinamento esplicito nella legge e che l’attuazione possa essere lasciata a livello di giurisprudenza. Ciò corrisponde anche all’attuale concezione del CO, secondo cui l’immoralità va valutata dalla giurisprudenza nel singolo caso. Con una disposizione d’esecuzione nella legge si rischierebbe di creare lacune e nuove incertezze giuridiche riguardo all’interpretazione di tale contratto.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.