IT   EN

Ultimi tweet

G20 e Covid, obiettivo 70% popolazione mondiale vaccinata entro meta' 2022

Il G20 "si impegnerà per l'obiettivo di avere il 70% della popolazione mondiale pienamente vaccinata" contro il Covid "entro la metà dell'anno prossimo. E' un obiettivo ambizioso, ma lo sosteniamo pienamente. L'Ue finora ha esportato, in undici mesi, 1,2 mld di dosi di vaccini verso oltre 150 Paesi".

Lo dice la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, in conferenza stampa a Bruxelles prima di volare a Roma per il vertice delle venti maggiori economie mondiali.

"L'anno prossimo - spiega - ci aspettiamo di produrre nell'Ue oltre 3,5 mld di dosi di vaccini anti Covid e naturalmente la maggioranza verrà esportata".

Oltre alle esportazioni di vaccini anti-Covid, "l'Ue e gli Stati membri doneranno oltre 500 mln di dosi di vaccini fino alla metà del prossimo anno". "Mi aspetto altre promesse da parte degli Stati membri - continua von der Leyen - so che alcuni Stati hanno avuto alcuni ostacoli con le consegne di queste dosi promesse. Stiamo affrontando il problema con i Paesi membri e con i produttori per velocizzare le consegne".

Inoltre, per aumentare le vaccinazioni contro il Covid-19 nel medio e lungo termine, "i leader del G20 chiederanno un aumento della produzione manifatturiera nei Paesi in via di sviluppo, con un focus sulla tecnologia dell'Rna messaggero". L'obiettivo è portare quella tecnologia "nel continente africano".

"L'Europa - aggiunge von der Leyen - sta investendo oltre un miliardo di euro: il nostro obiettivo comune è portare la tecnologia dell'm-Rna nel continente africano, in modo che i vaccini vengano prodotti in loco. Finora abbiamo fatto buoni progressi con il Senegal, il Rwanda e il Sudafrica. Due giorni fa BionTech ha firmato un accordo con Rwanda e Senegal".

"La cosa - prosegue - sta avanzando abbastanza bene. Stiamo valutando di avere cooperazioni simili con altri Paesi africani come Ghana, Egitto, Marocco, Nigeria e Kenya. Oggi solo l'1%" delle dosi di vaccino somministrate alla popolazione africana, non solo contro il Covid-19 ma anche contro altre malattie, "è prodotto in Africa, il 99% è importato. L'obiettivo è avere nel 2040 il 60% dei vaccini somministrati prodotti in Africa. Credo che sia fattibile", conclude von der Leyen.

Informazioni:
 
Aggiornamenti gratis nel canale Telegram: t.me/salutedomani
 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.