IT   EN

Ultimi tweet

ESORDIO PERFETTO: CROTONE-MILAN 0-3

Per la prima contro il Crotone, Mister Montella conferma il classico 4-3-3 con Cutrone preferito in avanti ad André Silva. Ed è proprio il numero 63 rossonero a propiziare il vantaggio al 6': palla dentro di Calhanoglu per l'inserimento del giovane attaccante che viene messo giù da Ceccherini.

Per Mariani è calcio di rigore e, con l'aiuto del VAR, arriva il rosso al difensore rossoblu. Dagli undici metri Kessié è glaciale, per l'1-0. Passano pochi minuti e arriva il raddoppio rossonero. Suso fugge sulla sinistra e crossa forte sul primo palo dove arriva come un rapace Patrick Cutrone, che timbra il suo primo centro in Serie A. Sopra di un uomo e con due gol di vantaggio i ragazzi di Montella non abbassano il ritmo, e al 23' i due protagonisti del 2-0 si scambiano il favore: scarico di Cutrone per il sinistro di Suso che non sbaglia. È 3-0. La gara è virtualmente chiusa e con il passare dei minuti si affievoliscono le speranze dei padroni di casa di rientrare in partita. Nel finale il neo-entrato André Silva sfiora il poker sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma il risultato non cambia.

Cutrone: "È una bellissima emozione segnare il primo gol in Serie A. Suso mi ha messo un gran cross, io ho tagliato sul primo palo e ho visto la palla entrare. Dedica? Alla mia famiglia e a chi ha saputo credere in me".

LA STATISTICA
Patrick Cutrone è il 2° classe '98 ad aver già segnato e servito assist in stagione nei top-5 campionati europei. Il primo è Pulisic del Borussia Dortmund.

Dopo lo Shkendija, altri 3 gol segnati dopo nemmeno mezz'ora e altra goleada. Questa volta è il Crotone, allo stadio Scida, a finire ko. Non poteva esserci esordio migliore per la squadra di Mister Montella, impeccabile nell'approccio e spietata in attacco. Partita subito senza storia, con gli avversari in dieci già dal 5' per l'espulsione di Ceccherini, supremazia netta e 3 punti in classifica per un inizio perfetto di campionato. Le ottime indicazioni arrivano da tutti i reparti: la difesa ancora imbattuta, il primo gol ufficiale di Kessié, la tanta qualità dei singoli. Il Diavolo ha sempre controllato il match, giocando con mentalità offensiva, unione e cinismo. Il prossimo avversario sarà il Cagliari a San Siro, mentre giovedì alle 20.45 è tempo del ritorno del Playoff di Europa League contro lo Shkendija.

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.