IT   EN

Ultimi tweet

Donazioni di sperma: i figli otterranno più facilmente informazioni sui loro dati genetici

Dal 1° gennaio 2019, le persone che sono nate dopo il 1° gennaio 2001 grazie alla donazione di sperma avranno accesso più facilmente rispetto a oggi ai dati sul donatore. Tali dati potranno infatti essere spediti per posta al domicilio dei richiedenti oppure essere loro comunicati da uno specialista medico di fiducia. Nella seduta del 14 novembre 2018 il Consiglio federale ha deciso di porre in vigore dal 1° gennaio 2019 la pertinente modifica dell’ordinanza della medicina della procreazione.

Secondo il diritto vigente, dopo aver compiuto 18 anni, un figlio nato da una donazione di sperma ha la possibilità di ottenere dall'Ufficio federale dello stato civile (UFSC) informazioni sull'identità del donatore di sperma e sulle sue caratteristiche fisiche. Attualmente l'UFSC deve consegnare il relativo rapporto scritto al richiedente convocandolo personalmente nei propri uffici a Berna, se possibile in presenza di una persona con formazione in psicologia sociale. Le spese sono a carico del richiedente. Dal 1° gennaio 2019 gli interessati otterranno tali informazioni in modo più semplice e meno burocratico. Potranno infatti riceverle direttamente per posta al proprio domicilio.

Se lo desiderano, gli interessati potranno anche farsi comunicare i dati genetici da uno specialista nel settore medico, ad esempio dal medico di famiglia o da un servizio specializzato in psicologia sociale. In questo modo il Consiglio federale tiene conto delle richieste avanzate in sede di consultazione secondo cui anche nel caso della consegna delle informazioni per scritto potrebbe essere necessaria la presenza di una persona con una formazione in psicologia sociale. Il Consiglio federale è consapevole che la conoscenza dei dati genetici può costituire un momento importante dello sviluppo della personalità.

Finora nessuna domanda di informazioni

Dall'entrata in vigore, nel 2001, della legge sulla medicina della procreazione, l'UFSC tiene un registro dei donatori di sperma. Finora non sono state inoltrate domande d'informazioni. Le persone che sono nate grazie alla donazione di sperma prima del 2001 - e quindi prima dell'entrata in vigore della legge e della relativa ordinanza - sono invitate a rivolgersi al medico curante all'epoca della loro nascita. Si tratta soltanto di pochi casi all'anno. Nel 2019 raggiungeranno tuttavia la maggiore età le prime persone che figurano nel registro dei donatori di sperma dell'UFSC e che avranno un diritto illimitato a conoscere i loro dati genetici.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.