IT   EN

Ultimi tweet

Covid, binge drinking nelle giovani donne aumenta il rischio di infezione da Sars-Cov-2

Secondo i ricercatori di Rutgers, le donne di circa 20 anni, che si sono lasciate andare a frequenti binge drinking durante la pandemia di COVID-19, avevano maggiori probabilità di essere infettate da Sars-Cov-2, secondo i ricercatori di Rutgers: i medici devono sviluppare metodi di prevenzione relativi alla pandemia per affrontare i problemi di consumo di sostanze.

Lo studio, pubblicato su Drug and Alcohol Dependence, ha rilevato che le giovani donne bianche e nere di età compresa tra 25 e 28 anni, che hanno riferito di bere in modo eccessivo - quattro o più drink alla volta- avevano la più alta prevalenza auto-riferita di infezione da COVID tra i sottogruppi studiati.

“La nostra ricerca mostra che quando le giovani donne esagernao, aumentano anche il rischio di contrarre il COVID. Ciò può essere dovuto a diversi fattori associati al binge drinking, come essere meno vigili nell'uso di comportamenti preventivi come il distanziamento", afferma Tammy Chung, professore di psichiatria e direttore del Center for Population Behavioral Health presso il Rutgers Institute . per la salute, la politica sanitaria e la ricerca sull'invecchiamento e un autore dello studio.

I ricercatori hanno analizzato se l'uso di alcol e sostanze da parte delle persone è cambiato da prima da durante la pandemia in un campione di giovani donne bianche e nere. Hanno esaminato come caratteristiche come lo stato socioeconomico e lo stato di infezione da COVID-19 fossero associate a determinati modelli di consumo di sostanze e alcol durante la pandemia.

Lo studio si è concentrato sulle giovani donne, un gruppo poco studiato i cui tassi di consumo di sostanze stanno raggiungendo o eguagliando quelli degli uomini per la maggior parte delle sostanze, perché le giovani donne subiscono una tensione finanziaria sproporzionata a causa della perdita del lavoro e delle maggiori responsabilità di assistenza.

"L'identificazione di questi profili caratteristici può informare un intervento su misura per affrontare le disparità associate al rischio di infezione da COVID-19 e la sua intersezione con modelli specifici di uso di sostanze tra le giovani donne per guidare una risposta di salute pubblica più personalizzata", aggiunge Chung.

Lo studio ha esaminato sette sottogruppi di giovani donne che hanno mostrato modelli simili di consumo di sostanze prima e durante la pandemia di COVID-19. Includevano quelli con un consumo ridotto di sostanze, consumo di cannabis, consumo di alcolici, uso di sigarette o sigarette elettroniche combinato con alcolismo e altri modelli. I ricercatori hanno anche esaminato le caratteristiche associate a questi modelli di consumo di sostanze, come lo stato socioeconomico, lo stato di infezione da COVID-19 e gli impatti di COVID-19 sulla salute mentale e sulle situazioni finanziarie.

Ciascun sottogruppo è correlato a una risposta diversa agli impatti di COVID-19. I ricercatori hanno anche scoperto che le persone che hanno riferito di aver utilizzato più di un farmaco avevano maggiori probabilità di segnalare problemi psicologici, correlati alla pandemia e poi perdita di lavoro o di reddito.

"Le donne che denunciano l'uso di più sostanze giustificano l'intervento non solo per questo ma beneficerebbero anche dei servizi di salute mentale e del sostegno alla perdita di lavoro o di reddito", conclude Chung. I coautori dello studio includono Carolyn Sartor, Ashley Grosso e Yanping Jiang del Rutgers Institute for Health, Health Care Policy and Aging Research; e Alison Hipwell della University of Pittsburgh School of Medicine.

Drug and Alcohol Dependence: "Person-centered patterns of substance use during the COVID-19 pandemic and their associations with COVID-related impacts on health and personal finances in young Black and White women". DOI: 10.1016/j.drugalcdep.2022.109620

Antonio Caperna

 
Aggiornamenti gratis nel canale Telegram: t.me/salutedomani
 
 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.