IT   EN

Ultimi tweet

A TARANTO CRIOABLAZIONE PER RIMUOVE TUMORE A RENI

Si chiama crioablazione laparoscopica l'innovativa tecnica di rimozione del tumore del rene, eseguita per la prima volta nel reparto di Urologia dell'ospedale SS. Annunziata di Taranto su una paziente di 61 anni, che è stata dimessa pochi giorni dopo l'intervento.

La tecnica mini-invasiva è stata impiegata su masse tumorali presenti in entrambi i reni; su uno state asportate chirurgicamente, sull'altro l'equipe ha optato per la crioablazione laparoscopica. Così, la massa tumorale di 2,5 centimetri di diametro è stata raggiunta da un ago, congelata a temperature che oscillano tra i meno 40 e i meno 90 gradi e asportata.

La decisione di interventi in modo mini invasivo è stata determinata dalla vicinanza della lesione ad arterie, vasi e alle pelvi.

Dopo l'intervento, che ha avuto scopo curativo per via della rimozione delle lesioni tumorali, per la paziente si è avviato un programma di follow up gestito da un team multidisciplinare. La tecnica ha diversi vantaggi come tempi di ripresa rapidi per il paziente, alti tassi di successo in termini oncologici a fronte di ridotti tassi di complicanze post-intervento e riduzione della spesa sanitaria per il sistema.

"La sanità tarantina si conferma un punto di riferimento per la popolazione del territorio, e non solo - dichiara Stefano Rossi, direttore generale della Asl di Taranto - L'offerta sanitaria uro-oncologica crea le condizioni per la presa in carico dei pazienti ed evitare loro i cosiddetti viaggi della speranza".

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.