IT   EN

Ultimi tweet

95% mamme allatta al seno in Svizzera. Settimana mondiale nelle 4 maternita' dell’ EOC

In Ticino, due mamme su tre partoriscono in una delle quattro maternità degli ospedali di Lugano, Bellinzona, Mendrisio e Locarno. Le quattro strutture dell’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC) hanno così registrato la nascita di 1'898 neonati nel 2017. Come ogni anno, anche nel 2018 le quattro maternità, che detengono il marchio UNICEF di qualità “Ospedale Amico dei Bambini”, partecipano attivamente alla settimana mondiale dell’allattamento al seno, prevista dal 15 al 22 settembre. 

Per questa settimana è stato scelto il motto “L’allattamento al seno: base di vita”. In ciascuna sede sarà presente una consulente all’allattamento, sono previste animazioni specifiche e la proiezione di un filmato per spiegare il ruolo importantissimo dell’allattamento al seno per lo sviluppo del neonato. Il latte materno è fondamentale per un’alimentazione completa, digeribile e salutare; l’allattamento al seno è la base per una vita in salute dei neonati e delle loro mamme.

In Ticino, le quattro maternità degli ospedali dell’EOC aderiscono all’iniziativa con diverse attività, ad esempio con l’offerta di consulenze all’entrata degli ospedali o con la proiezione di un filmato di sensibilizzazione. Dal 2015, sotto l’egida dell’EOC, le quattro maternità detengono il marchio di qualità “Ospedale Amico dei Bambini” rilasciato dall’Agenzia Onu per i diritti dell’infanzia UNICEF. Ciò significa che mamme e bambini possono contare sugli stessi criteri di alta qualità in ciascuno dei quattro ospedali. In Ticino, l’EOC è l’unico attore sanitario a disporre di questo certificato.

L’allattamento in Svizzera
In Svizzera, il 95% delle madri allatta al seno il proprio neonato dalla nascita. Questa elevata percentuale tuttavia si riduce già nei primi due mesi al 71%. Dopo sei mesi solo il 40% dei neonati sono allattati al seno. Molte madri interrompono quindi l’allattamento al seno molto prima di quanto raccomandato per una salute ottimale dei lattanti. Da un sondaggio è emerso che una donna lavoratrice su quattro smette di allattare precocemente per l’impossibilità di conciliare l’allattamento con il lavoro.

All’EOC sono in vigore disposizioni specifiche per le madri allattanti. Ad esempio, durante il primo anno di vita il tempo dedicato all’allattamento è considerato tempo di lavoro, in conformità con le disposizioni della relativa Ordinanza della Legge federale sul lavoro.
La settimana è organizzata dal Centro di competenza nazionale indipendente per l’allattamento al seno, punto di contatto per tutte le categorie professionali e le organizzazioni operanti nei settori maternità, ostetricia e prima infanzia. Il centro funge anche da piattaforma informativa per i genitori.

 

Commenta questo articolo:

*
Il tuo indirizzo email non sarà visibile agli altri utenti.
Il commento sarà pubblicato solo previa approvazione del webmaster.